L'ALIMENTAZIONE OLISTICA

Aggiornamento: 2 feb 2021

Introduzione

Tutti, prima o poi, si avvicinano al mondo della “dieta” per raggiungere un peso forma migliore che si concili con il raggiungimento di uno stato di salute ottimale e che, di conseguenza, porti anche ad un cambiamento estetico e psicologico.

Il mondo dell’alimentazione e delle “diete” è particolare e, troppo spesso, a regnare è il marketing piuttosto che l’approccio scientifico. Tanto è vero che di “diete” ne esistono un’infinità: alcuni approcci possono avere delle valenze altre non hanno invece un briciolo di senso.

A proposito di approcci alimentari approfondiamo in questo articolo un argomento che negli ultimi tempi sta suscitando un discreto interesse: l’Alimentazione Olistica!

Che cos’è alimentazione olistica?

Anzitutto ti spingiamo a ragionare su quanto, nel corso degli anni, si sia persa la bussola sul tema dell’alimentazione nel mondo occidentale che, ancora oggi, si basa su un elevato consumo di grassi saturi a scapito di quelli insaturi (anziché il contrario) e sull’utilizzo di zuccheri raffiniti a poco apporto di fibre, vitamine e minerali. Orientamento dettato anche qui dal marketing e da un approccio alla vita frenetico.

L’Alimentazione Olistica si prefigge come meta quella di sovvertire queste abitudini poco sane che siamo andati ad acquisire nel corso degli anni.

Si intende quindi uno stile di vita che prevede di mettere la persona nelle migliori condizioni per arrivare ad uno stato di benessere psico-fisico ideale.

Si basa su un totale consumo di alimenti naturali al 100% e limita al massimo il consumo di prodotti raffinati come farina bianca, zucchero e prodotti industriali preconfezionati.

I principi

L’Alimentazione Olistica si basa su un totale consumo di alimenti naturali al 100% integrali e senza pesticidi, erbicidi, antibiotici ecc. Limita del tutto (salvo rare eccezioni) il consumo di prodotti raffinati e lavorati come farina bianca, zucchero, prodotti industriali preconfezionati, alimenti trasformati.

Promuove inoltre il consumo di prodotti locali a Km 0, più freschi e di maggior qualità rispetto ai prodotti della grande distribuzione.

Per di più ci incoraggia nel prestare la totale e completa attenzione nel momento in cui ci nutriamo, restando consapevoli e spegnendo tutte le distrazioni (TV, cellulari, ecc.) Ricordati che il cibo è un dono e come tale devi apprezzarlo e gustarlo a pieno.

In quest’ottica il cibo introdotto porta a grandi benefici per l’organismo.

Alimenti concessi

Vediamo quali sono dunque gli alimenti sulla quali dovresti concentrarti

Per prima cosa abbondanti quantità di frutta e verdura di stagione, più volte al giorno. Per ciò che concerne la frutta secca è certamente raccomandata, facendo attenzione alla quantità.

Per i cereali, raccomanda il consumo di quelli integrali quali: riso integrale, bianco (con moderazione), quinoa, grano saraceno, avena certificata, miglio e mais (ogni tanto). Per i cereali contenente glutine invece: farro, orzo, segale.

Spazio certamente anche ai legumi: lenticchie, fagioli, ceci, lupini, piselli.

Per la sezione delle proteine animali, maggior consumo andrebbe dato a carni bianche biologica (senza antibiotici né ormoni) allevata a terra e pesce pescato, preferendo in questo caso gli omega 3 (i più ricchi sono il tonno, il salmone, le sardine e le aringhe). Per la carne rossa è fortemente consigliato il consumo di massimo due volte a settimana e anch’essa deve essere allevata al pascolo.

Naturalmente concesso anche il consumo di uova solo ed esclusivamente biologiche, stesso discorso che si estende anche ai latticini. Per quanto riguarda i formaggi, da consumare con moderazione, sono da preferire i prodotti freschi piuttosto di quelli stagionati.

Per quanto riguarda, infine, gli oli sicuramente quelli spremuti a freddo come l’extravergine di oliva, olio di cocco, olio di semi di lino, di canapa o di sesamo.

Alimenti non concessi

Molto semplicemente, tutto ciò che non concerne la sezione precedente è da bandire o da limitare al massimo nella tua alimentazione. No quindi a zucchero, farina bianca, oli vegetali trans (ovvero quello che non sono spremuti a freddo e che si trovano nei prodotti preconfezionati e nelle fritture), prodotti preconfezionati, prodotti contenenti coloranti, addensanti e conservanti.

In più non sono ammessi i prodotti non biologici (carne, uova e latticini), pesce allevato, insaccati (consumo super sporadico), bevande gasate e zuccherate (anche light), dolcificanti artificiali, alcolici e i prodotti confezionati venduti come light.

È importante comunque capire che puoi toglierti qualche sfizio con gioia e tranquillità, senza far ricorso ai sensi di colpa. Se durante tutto l’arco delle settimana ti sei preso cura di te e delle tua salute, introducendo nel tuo corpo cibo sano e genuino, puoi concederti un premio (ad esempio una pizza e un aperitivo con gli amici), l’importante anche in questo caso è la moderazione e il buon senso. Ricorda che lo fai per la tua salute, non per fare un favore a qualcuno.

Tornare ai fondamentali: analogie con la Dieta Mediterranea

Ora che hai letto queste righe potresti chiederti: in cosa consiste la novità dell’Alimentazione Olistica? In effetti non c’è nessuna grande novità. Queste infatti sono le basi di una sana e corretta alimentazione, che tra l’altro noi italiani dovemmo conoscere molto bene con la Dieta Mediterranea (riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio culturale dell’umanità nel 2010).

La Dieta Mediterranea (rivista e modificata in questi anni) infatti non si discosta di molto dai principi dell’Alimentazione Olistica visti in precedenza.

Anche qui il termine “dieta” è da intendere come uno stile di vita che comprende sane abitudini alimentari, regolare e frequente attività fisica e ampi momenti di convivialità.

Conclusioni

In pratica puoi chiamarla come preferisci: Alimentazione Olistica, Dieta Mediterranea migliorata, sana e corretta alimentazione. L’importante è che, se vuoi mantenerti in salute e beneficiare di uno stato elevato di benessere psico-fisico, la base sia osservare queste abitudini.

Quindi ora la scelta spetta a te: vuoi arrivare a stare meglio? Vuoi sentirti più in salute? Vuoi iniziare a dimagrire e trovare benefici immediati anche in termini di estetica? Bene, inizia da queste basi! Prendi le circonferenze del tuo braccio, della tua vita, del tuo addome, dei tuoi fianchi e della tua coscia e fatti delle foto in costume o in intimo. Segui queste indicazioni basilari per i prossimi 30/60 giorni consecutivi e inizierai ad osservare dei cambiamenti immediati e sicuri al 100%.



24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti