Padel in padella!

Mangiare in maniera adeguata ti renderà più performante!

È importante nutrirsi bene prima della partita, per rendere al meglio, per avere un adeguato livello di energie per il tuo incontro e per evitare spiacevoli conseguenze di ipoglicemia o di disturbi digestivi. È importante nutrirsi bene tutti i giorni, per prenderti cura del tuo benessere e della tua salute.

Scopri come farlo, continuando a leggere ora questo articolo.




Quanto tempo prima della mia partita o del mio allenamento devo mangiare?

Se pratichi sport o attività fisica ti sarai chiesto, almeno una volta, quanto tempo prima del tuo allenamento o prima della tua partita è bene mangiare. Mangiare troppo a ridosso di un evento sportivo, come saprai, non è una scelta saggia, in quanto farlo potrebbe portarti ad interrompere la tua prestazione per motivi poco piacevoli.

Perché accade questo?

Dopo il pasto il sangue affluisce a livello dell’intestino per agevolare la digestione; se svolgiamo attività fisica a ridosso di un pasto, il sangue si sposterà principalmente nella periferia (a ridosso degli arti) per agevolare invece la contrazione muscolare e questo potrebbe portarti a disturbi digestivi.

Dare una risposta univoca al quanto tempo deve trascorrere tra l’ultimo pasto e la partita o l’allenamento non è semplice, in quanto ognuno di noi è diverso e meriterebbe una risposta soggettiva.

La risposta deriva anche dalla composizione e dall’entità del pasto: per intenderci, se il pranzo è semplice, la mia digestione sarà più veloce rispetto ad un pranzo a base di cibi elaborati (ad esempio se mangio un piatto di pasta al pomodoro non sarà certo come mangiare un piatto di carbonara).

Per dare quindi una risposta alla domanda, in via del tutto indicativa, sarebbe bene consumare il pasto almeno due ore prima della partita o dell’allenamento.

Cosa mangiare prima dell’allenamento o della partita?

Anche in questo caso rispondere non è semplice dare una risposta universale, in quanto ognuno di noi va incontro ad esigenze specifiche e possiede caratteristiche diverse. Dovrai, inoltre, tenere conto anche del momento della giornata in cui si svolgerà il tuo allenamento o la tua partita.

Se ad esempio l’evento è al mattino presto e non hai il tempo di fare una colazione adeguata, sarebbe bene che la cena del giorno precedente contenesse un’adeguata porzione di carboidrati complessi (ed esempio patate bollite, riso in bianco, ecc.) in modo che questi ultimi vengano immagazzinati nei tuoi muscoli e fungano da benzina pronta all’uso per l’impegno del mattino seguente.

Se l’evento è invece a metà mattina assicurati di fare una buona e completa colazione a base di carboidrati semplici (intesa come frutta e possibilmente non dolciumi o prodotti da forno) e complessi (come fette biscottate o pane). Fai in modo che sia presente anche una fonte proteica (ad esempio uno yogurt, del latte, delle uova o dell’albume).

Se l’evento è al pomeriggio puoi optare per un pranzo completo a base di carboidrati complessi come pasta, pane, riso (cucinati in maniera semplice e leggera), una fonte proteica e qualche verdura.

Se intercorre troppo tempo tra il pranzo e l’allenamento o la partita, e ne senti l’esigenza, puoi pensare anche ad uno spuntino a base di yogurt e frutta fresca. Questa opzione non è strettamente necessaria, soprattutto se il tuo pranzo (o in alcuni casi la tua colazione) è stata abbastanza abbondante.

Ad ogni modo, per essere sicuro di non andare incontro a spiacevoli conseguenze digestive, ricordati che è sempre meglio che il tuo pasto sia consumato almeno due ore prima dell’evento.



Ultimo, ma non certo meno importante, è il capitolo idratazione. Rimanere idratati è fondamentale per la tua salute e per la tua prestazione sportiva.

Anche in questo caso il fabbisogno è individuale, in quanto non siamo tutti uguali, può variare quindi in base alla durata dell’evento, alle condizioni climatiche e in base al nostro corpo.

Secondo l’EFSA (European Food Safety Authority) una persona sedentaria dovrebbe assumere un quantitativo che si aggira intorno ai 2L al giorno, o comunque 1L ogni 1000 Kcal ingerite (ricordati che questo dato è estremamente indicativo e può variare in base alla persona e ai fattori ambientali).

Conclusioni

Questi che hai letto nell’articolo sono dei semplici consigli, che puoi sperimentare e mettere in pratica da subito, tenendo a mente però che sono pur sempre molto generali e indicativi. Come abbiamo rimarcato più volte, ognuno ha la propria storia e la propria situazione, di conseguenza è fondamentale che l’approccio alimentare sia costruito attorno alle esigenze e alla condizione attuale del proprio corpo.

Evita le diete fai da te o la moda del momento, che possono portarti a risultati spiacevoli sia in termini di peso (riacquistando tutto con gli interessi dopo poco tempo), sia in termini di prestazioni sportive e di salute.

Lasciati guidare dalle mani esperte delle persone competenti. Se vuoi vieni a trovarci allo Z Padel Club e rivolgiti a noi di Figura, i nostri Esperti nutrizionisti redigeranno per te un programma apposito secondo il metodo scientifico. Oppure, sempre che ciò sia conforme ai tuoi desideri, contattaci direttamente cliccando qui.


12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti